Petrom ha costruito 34 centrali elettriche

Dal 2009, Petrom ha sviluppato tecnologie inusuali per la produzione di elettricità, e l’energia, per ogni unità di produzione, ha raggiunto cumulativamente la metà del consumo della società per le operazioni di sfruttamento del gas.

“Abbiamo implementato vari progetti per la produzione di elettricità da gas (G2P) o elettricità e calore (CHP) nel programma di efficienza energetica a monte. Dal 2009 abbiamo costruito un totale di 34 unità G2P e CHP, tre delle quali nel 2017”, afferma il rapporto di sostenibilità di OMV Petrom per il 2017, pubblicato alla fine di giugno. “Tramite G2P e CHP siamo riusciti a fornire circa il 50% del consumo annuale di elettricità per le attività a monte a monte”, ha affermato la società.

Gli impianti “gas to power” (G2P) sono alcune centrali termoelettriche vicine a quelle classiche situate nei giacimenti di petrolio e gas ed utilizzano come olio combustibile estratto dai giacimenti petroliferi, che contengono anche gas associati che non può essere sfruttato commercialmente. Quindi, oltre all’elettricità prodotta, che ha assicurato quasi la metà delle necessità della compagnia petrolifera per tutti i suoi pozzi sul territorio della Romania, l’azienda utilizza una risorsa energetica che estrae comunque e che altrimenti sarebbe stata “lanciata”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *