Semplificazione della procedura per l’assunzione di lavoratori da paesi terzi

I datori di lavoro chiedono che la procedura per l’assunzione dei lavoratori da Paesi terzi sia ulteriormente allentata e facilitata per far fronte alla ben nota e grave carenza di manodopera che attanaglia il Paese. La norma consente a un datore di lavoro di assumere non più del 10% di lavoratori provenienti da paesi terzi. L’agenzia Nazionale degli Investimenti (BICA) sostiene i datori di lavoro e vuole innalzare la soglia percentuale dei lavoratori stranieri dal 10% al 30% oppure abolire il limite stesso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *